fbpx
 

Google My Business: cosa c’è da sapere

Google My Business: cosa c’è da sapere

È successo anche a un paio di miei clienti di ricevere una telefonata del genere:
“Pronto? Chiamo da Google e vorrei proporle un’offerta molto interessante per farla trovare dai sui clienti e raggiungere le prime posizioni tra i risultati di ricerca“

Questa è più o meno la telefonata che ultimamente molti imprenditori e liberi professionisti stanno ricevendo da operatori di web agency  oppure da persone che si spacciano per dipendenti di Google e che propongono offerte irripetibili relative alla “visibilità su Google” per portare la loro azienda tra la prime posizioni dei risultati di ricerca.

La prima reazione di alcuni è quella di ascoltare quello che questo operatore ha da dire e di accettare l’offerta durante una seconda chiamata, per paura di scomparire dai risultati di ricerca dalle ricerche su Google.
Il mio cliente si è ritrovato con un contratto triennale di 600,00 euro – di cui si è pentito subito –  all’interno del quale c’era, oltre alla gestione di Google My Business, anche la gestione della pagina Facebook e la realizzazione di un sito web di una pagina. 

Che cosa non chiede Google

Ma importante sapere che GOOGLE:
⁃ Non addebita alcun importo per l’attivazione di Google My Business o per la  Ricerca sul motore di ricerca Google
⁃ Non propone di migliorare il posizionamento nei risultati di ricerca né di gestire il profilo online dell’ attività
⁃ Non chiede password o codici di verifica. 

Questo vuol dire che Google non propone dei servizi a pagamento per avere una scheda My Business o per comparire nelle prime posizioni nella ricerca; questo perché la scheda My Business è uno strumento che è stato messo a disposizione degli imprenditori per fornire agli utenti tutte le informazioni sull’azienda ed è importante sapere che la scheda My Business è GRATUITA e che, una volta rivendicata, non scade e rimane di proprietà di chi l’ha richiesta.

Google My Business: che cos’é

Google My Business è lo strumento principale che gli imprenditori hanno per gestire la propria presenza online, dare agli utenti le informazioni principali di cui hanno bisogno ed interagire con loro costantemente.
Attraverso la scheda My Business puoi:
• fornire informazioni sul tipo di attività svolta;
• indicare gli orari di apertura e chiusura della tua attività;
• richiedere agli utenti recensioni;
• pubblicare post sui prodotti e/o servizi offerti.

Creare una scheda Google My Business è molto semplice ma serve un po’ di attenzione.

La prima cosa da fare è accedere al proprio account su Google e se non ancora non se ne ha uno, crearlo con Gmail.
Dopo si accede a Google My Business e si inserisce:
• il nome dell’azienda;
• l’ indirizzo;
• se svolge servizi a domicilio e qual è la zona servita;
• che tipo di attività gestisce;
• quali sono i contatti, ovvero sito internet e numero di telefono.

Una volta fornite queste informazioni di base, si dovrà verificare la scheda e per farlo si hanno tre possibilità:
• ricevere una cartolina all’indirizzo indicato con il Codice Di Verifica da inserire nel tuo profilo My Business per confermare che di fatto la tua attività si trova all’indirizzo indicato;
• fare una verifica telefonica: una voce registrata chiamerà per fornire il Codice;
• ricevere una mail di verifica con il Codice all’indirizzo di posta indicato.

La Gestione della scheda My Business

Creare una scheda My Business è davvero semplice e veloce, ma per poterla sfruttare al massimo delle sue potenzialità è necessaria un’attenta gestione.
Gestire in modo efficace ed efficiente la propria scheda My Business vuol dire:
• controllare ogni giorno le recensioni che gli utenti fanno e rispondere, sia in caso di feedback positivo che negativo;
• inserire foto nuove dei prodotti e/o dei servizi offerti;
• creare dei post che presentano i prodotti e/o servizi offerti ed offerte in corso;

L’obiettivo della gestione deve essere quello di differenziarsi dalla concorrenza ed interagire il più possibile con gli utenti.

Si deve rendere “attraente” l’attività agli occhi degli utenti.
Una scheda My Business aggiornata, ricca di informazioni che permettono agli utenti di conoscere l’azienda, la sua attività e di conoscere il parere dei clienti attuali è uno strumento potentissimo da cui iniziare a costruire il successo sul web.

Le statistiche di Google: strumento utilissimo per il proprio marketing

Un altro strumento molto utile che Google offre è quello delle Statistiche e puoi trovarlo tra le voci di menù quando accedi al tuo profilo My Business.
Dalle Statistiche si può conoscere:
• in che modo gli utenti trovano la tua attività: se tramite Ricerca Diretta o Scoperta;
• dove gli utenti visualizzano la scheda: se sulla cartina di Google Maps oppure sulla Ricerca;
• cosa fanno una volta trovata la scheda My Business: se chiedono indicazioni, chiamano oppure se visitano il sito web;
• se visualizzano o meno le foto inserite.
Controlla ogni giorno le tue Statistiche, impara a conoscere i tuoi utenti, quello che fanno e quali sono le informazioni che si aspettano di trovare.
Solo in questo modo potrai capire cosa fare per catturare la loro attenzione e gestire con successo la tua Scheda My Business.

Per chi vuole saperne di più  

“Google My Business: Alla scoperta dello strumento di Google per gestire la propria attività locale online”